Lavoro

Farmacia: 7 consigli per una gestione ottimale

Sia per i professionisti che operano nel settore farmaceutico, sia agli occhi inesperti di chi quotidianamente usufruisce dei suoi servizi è chiaro che il mondo della farmacia, almeno per quanto riguarda l’Italia, stia attraversando un periodo di profondo cambiamento. Un cambiamento che sta influendo su larga scala anche sulle nuove esigenze di trovare una strategia di gestione della farmacia il più possibile attualizzata secondo le nuove esigenze.

Com’è possibile operare le scelte giuste affinché la propria farmacia sia in grado da un lato di reggere all’alto tasso di competitività grazie a strategie di marketing ad hoc e dall’altro lato di mantenere la sua primaria funzione di presidio sanitario?

Ecco 7 consigli pratici per una migliore gestione della farmacia.

  • ­Innanzitutto, occorre tenere conto della nuova necessità da parte dei titolari di andare oltre alla loro primaria funzione informativa e di dispensatori di farmaci assumendo un ruolo manageriale per la gestione della farmacia, che comprenda strategie di marketing e comunicazione. Master in marketing o corsi di management di breve durata sono un’ottima soluzione per acquisire le competenze mancanti. Data la complessità del comparto farmaceutico e la peculiarità delle sue dinamiche, percorsi formativi standard potrebbero non essere la scelta più appropriata. A questo proposito, per fronteggiare le nuove sfide della farmacia attuale in continuo cambiamento, Master in Marketing Farmaceutico, o Corsi di Management Farmaceutico mirati e focalizzati sulla gestione dei flussi informativi, logistici ed economici propri del comparto Health&Pharma sono stati studiati proprio per rispondere alle necessità del settore farmaceutico.
  • Un’accurata scelta e gestione dei collaboratori e del personale della farmacia è un aspetto fondamentale. Non solo occorre accertarsi che essi abbiano solide competenze nel settore di riferimento, ma anche che la loro specializzazione sia coerente con la linea e il target che si sceglie per la propria farmacia.
  • Nell’epoca 4.0 attuale, altamente informatizzata, digitale e sempre connessa, l’utilizzo dei principali canali social per comunicare agilmente con i clienti, promuovere prodotti, segnalare offerte speciali o iniziative, così come offrire consigli da parte di esperti in tempo reale non solo è utile, ma anche consigliato.
  • Le attività social da sole non sono però sufficienti a fidelizzare la clientela e a rispondere alle loro necessità informative, ma devono essere supportate da corsi di formazione specializzata rivolte ai dipendenti e collaboratori della farmacia incentrati sul settore farmaceutico, in modo da fornire loro le competenze necessarie ad una corretta informazione, ponendo enfasi su tematiche sensibili ed evitando spiacevoli errori nella comunicazione. Anche in questo caso, master in marketing farmaceutico o corsi di management farmaceutico sono validi alleati per una gestione della farmacia di successo.
  • Profilare la clientela, le sue necessità e scelte può essere un’ottima strategia per aiutare la gestione del magazzino, evitando eccedenze, costi o spiacevoli mancanze di farmaci che costringono i clienti a rivolgersi a un’altra farmacia per necessità immediate o problemi gravi.
  • Prestare particolare attenzione all’aspetto della farmacia, alla cura dei suoi dettagli, ottimizzando l’esposizione dei prodotti in modo il più possibile logico e di facile fruizione da parte di una clientela con anagrafica ed esigenze eterogenee. La comunicazione visiva rende la ricerca del prodotto desiderato più intuitiva e stimola l’utente a tornare in caso di necessità, sapendo che a una domanda troveranno facilmente un riscontro pratico.
  • Organizzare attività informative, come per esempio check up gratuiti, giornate dedicate alla prevenzione o alla sensibilizzazione su particolari tematiche, attività promozionali dedicate a differenti tipologie di prodotti, contribuisce a fidelizzare la clientela facendo in modo che sia più propensa a scegliere la sua farmacia di fiducia rispetto ad altre in caso di bisogno.